La manutenzione straordinaria dei condizionatori

Con l’arrivo della stagione primaverile, anche in casa va fatta la manutenzione condizionatori milano. La manutenzione condizionatori prevede dei particolari interventi da effettuare prima della sua accensione estiva in cui sarà in pieno vigore. La manutenzione straordinaria o specializzata (da programmare in genere a inizio estate) consiste nella: igienizzazione della batteria di scambio- verifica del corretto funzionamento del circuito refrigerante e dei collegamenti tra tubature e saldature (che spesso possono rovinarsi a causa della continua esposizione al sole).

Gli interventi di manutenzione straordinaria richiedono una attrezzatura apposita, per questo è bene sempre rivolgersi a una società o a un tecnico specializzato.

Per quanto riguarda il motore esterno, ad esempio, occorre effettuare un accurato lavaggio con una particolare “pistola ad acqua” e un compressore, necessario per rimuovere la polvere in eccesso che molto facilmente può diventare fango, da ventola e radiatore. In ogni caso il consiglio è quello di prevedere un programma di manutenzione stagionale del proprio climatizzatore, che comprenda la pulizia delle unità, oltre al controllo del livello di gas e del corretto funzionamento dei vari componenti.

Infatti, solo nei casi in cui un impianto di climatizzazione venga sottoposto periodicamente ai controlli necessari e ad una opportuna manutenzione, è possibile raggiungere una qualità e un funzionamento ottimali, soprattutto nel periodo estivo in cui il funzionamento è di solito ininterrotto o comunque prolungato nel tempo. E’ bene ricordare che una buona manutenzione condizionatori è indispensabile, sia per assicurarsi un’elevata efficienza dell’impianto, sia per preservare la salute di chi vive gli ambienti climatizzati.

Inoltre, altro aspetto da non sottovalutare, una manutenzione costante aiuta senz’altro a prevenire eventuali e improvvisi guasti che potrebbero verificarsi nei momenti di maggiore bisogno (ad esempio, in estate), e di conseguenza a evitare interventi specializzati che costano mediamente di più durante le situazioni di emergenza. Il costo della manutenzione straordinaria condizionatori si aggira intorno alle 130 euro, con sconti e riduzioni per chi esegue gli interventi su più unità. 

Quali sono i prezzi dei condizionatori portatili?

E’ in aumento il numero di famiglie italiane che decidono di acquistare un condizionatore. Grazie al miglioramento delle tecnologie che permettono condizionatori sempre più efficienti e silenziosi e grazie anche al considerevole abbassamento dei prezzi, il condizionatore è ormai diventato un vero e proprio amico al quale difficilmente si rinuncia. Tuttavia, un classico condizionatore non è sempre la soluzione ideale. Infatti, l’installazione di un condizionatore prevede elementi esterni che possono pregiudicare l’estetica di un edificio; motivo per cui vengono prediletti i condizionatori portatili.

Il condizionatore portatile è un tipo di condizionatore monoblocco che si può spostare facilmente e che non è vincolato dall’unità esterna come nel caso dei condizionatori fissi split. Inoltre il tubo per lo scarico non è installato necessariamente alla parete e si può spostare da finestra a finestra. Rappresenta la soluzione ideale per gli ambienti domestici e per i piccoli uffici, perché risulta molto versatile. I prezzi condizionatori portatili sono minori rispetto a quelli fissi e possono variare tra di loro. Tale variazione dipende dalle prestazioni e dalle funzionalità offerte da ciascun prodotto.

Spesso si trovano in commercio condizionatori portatili molto economici, con prezzi compresi tra i 100 e i 200 Euro. In questo caso non si tratta però di veri e propri condizionatori portatili, come dimostra il fatto che non sono mai accompagnati dall’etichetta energetica, che è obbligatoria per questo tipo di elettrodomestici. Migliori saranno le caratteristiche del condizionatore, come ad esempio la sua potenza refrigerante, maggiore sarà il suo valore e quindi il suo prezzo d’acquisto.

Per questo motivo se avete bisogno di condizionare un ambiente piccolo potrete orientare la scelta su prodotti dal costo relativamente contenuto. I prezzi condizionatori portatili vanno dai 300 euro a salire. Bisogna ricordare che l’utilizzo di un condizionatore (fisso o portatile) comporta un dispendio di energia non indifferente, motivo per cui bisogna scegliere un modello i classe energetica alta, che vi ripagherà della spesa iniziale nel tempo. 

Quali sono i temi principali che vengono trattati in un corso SEO?

6536sdfyydfhf

Affrontare un corso SEO è molto importante per qualsiasi figura che si occupi di web marketing e promozione online. Sono molteplici infatti i vantaggi che possono derivare dall’applicazione di ciò che si impara ad un corso SEO. Che tu sia un marketer, un webmaster o un imprenditore e vuoi capirne di più sul funzionamento dei motori di ricerca un corso SEO è uno dei migliori regali che tu ti possa fare.

Quali sono i temi principali trattati ad un corso SEO?

Keyword research

Alla base di ogni attività SEO si pone la keyword research, ovvero la ricerca delle parole chiave inerenti al proprio business. Si tratta di quelle parole che vengono cercate dagli utenti quando cercano un prodotto o un servizio online, al giorno d’oggi esistono ricerche praticamente per ogni nicchia e settore. La keyword research permette poi di strutturare le attività da effettuare sul proprio sito per cercare di posizionarsi in prima pagina per tali keyword e ricevere visite da potenziali clienti ogni giorno.

Ottimizzazione On Site

Si tratta di uno degli argomenti più importanti di un corso SEO, l’ottimizzazione delle pagine del sito è l’elemento imprescindibile se si vuole posizionare un sito web nelle prime posizioni di una SERP. Si imparerà come ottimizzare ciascuna pagina del sito web, quali sono gli elementi che più influenzano i posizionamenti e quali sono le migliori pratiche per un’attività di SEO copywriting in grado di conquistare gli utenti ed i motori di ricerca.

Ottimizzazione Off Site

L’ottimizzazione Off Site consiste essenzialmente nelle attività di link building, attività anch’essa imprescindibile se ci si vuole posizionare per parole chiave competitive. La Link Building è un’attività molto complessa che richiede esperienza e dimestichezza, in quanto se effettuata in maniera approssimativa può non sortire alcun risultato o addirittura danneggiare i posizionamenti del sito.

Questi tre sono gli aspetti principali che dovrebbero venire assolutamente affrontati ad un corso SEO, quantomeno di base, ma sono presenti molti altri aspetti avanzati della SEO che possono venire studiati ed applicati.

 

Il merluzzo, una panoramica sul pesce più importato

425etggg

Quasi tutti gli animali che popolano le acque degli oceani finiscono nei nostri piatti. Nonostante, infatti, alcune specie siano tipiche di determinati territori ormai è possibile trovarli anche a migliaia e migliaia di chilometri di distanza come avviene nel caso del merluzzo. La varietà migliore del merluzzo è quella che i Norvegesi chiamano skrei, dalla carne molto bianca e delicata, che arriva alla fine di ogni anno dal Mare di Barents nelle acque pulitissime delle Isole Lofoten (Norvegia).

Qual è la principale azienda importatrice?

Tra le aziende importatrici di merluzzo spicca l’impresa Tagliapietra & Figli Srl. L’azienda, in continua crescita, lavora e commercializza oltre 655 tonnellate di prodotto all’anno. Ogni 6 mesi una delegazione dell’azienda si reca alle isole Lofoten per verificare personalmente la qualità della produzione. La ricerca e lo sviluppo interno all’azienda hanno fatto nascere prodotti come la linea “StoccoFacile” che permette di cucinare ottimi piatti a base di baccalà e stoccafisso in modo veloce grazie alle varianti con prodotto precotto o solamente già ammollato.

Si tratta di prodotti ideali sia per l’utilizzo casalingo che per ristoranti e trattorie (sono già numerosi gli chef che li utilizzano). Il periodo di pesca più proficuo del merluzzo è tra marzo e aprile, perché ha ancora tempo per trasformarsi in un buon stoccafisso, restando esposto a vento, pioggia e sole che lo asciugano e lo bagnano di volta in volta. Questa alternanza meteorologica è molto importante perché se il tempo fosse solo soleggiato il pesce sarebbe asciutto fuori e ancora umido all’interno mentre troppa pioggia prolungherebbe in modo eccessivo l’essiccazione causando non pochi problemi.

Anche la neve è importante per la sua azione di termoregolatore: tempera il freddo e modera il caldo. Gli stoccafissi vengono poi ammassati a perfezionare la loro essiccazione in magazzini di legno, dove l’aria continua a circolare liberamente e attrezzati con deumidificatori per quando il tempo è piovoso. 

I vantaggi dell’ usato sicuro

l mercato delle auto di seconda mano è in forte crescita; infatti è in grado di offrire soluzioni molto interessanti. Tra queste spicca l’usato sicuro, un’alternativa molto interessante e non solo perché più economica. Comprare usato sicuro significa avere la certezza che il veicolo abbia superato tutti i 100 controlli (controlli sulla meccanica e sulla parte elettronica della vettura).

Se prima acquistavamo praticamente a scatola chiusa, oggi possiamo rivolgerci a reti di distribuzione e di vendita di auto di seconda mano che possono garantirci autovetture in buono stato e che abbiano un chilometraggio effettivo e corrispondente a quanto dichiarato, oppure rivolgersi a certificauto. Un’autentica rivoluzione, che ha trasformato l’usato da una soluzione di ripiego per chi non aveva molto denaro da spendere ad un’alternativa estremamente interessante. 

I vantaggi dell’usato sicuro

  • 100 controlli effettuati sulla vettura che ne garantiscono l’affidabilità su strada. 
  • Prezzo accessibile: il prezzo d’acquisto è più conveniente delle auto nuove. 
  • Economia: le tasse e l’assicurazione hanno un prezzo più vantaggioso dato che l’auto è più datata e ha meno valore rispetto a una nuova. 
  • Valore: un’auto usata ha un valore di mercato più basso, che non scenderà vertiginosamente come un’auto nuova a pochi mesi dall’acquisto. 
  • Garanzia: viene infatti offerta, sempre rivolgendosi alla giusta rete di vendita, una garanzia che va dai 12 ai 24 mesi, garanzia che è a carico del venditore, che ha dunque tutto l’interesse a vendere un mezzo meccanicamente e elettricamente in buono stato. 
  • Certificazione usato sicuro: il concessionario di fiducia rilascerà una certificazione che garantisce che l’usato è sicuro, che l’auto non è incidentata, che il chilometraggio è quello effettivo e, in generale, assicura l’acquirente sul buono stato dell’automobile in generale. 

Comprare usato sicuro dovrebbe essere la prima scelta per ogni tipo di esigenza: solo quando non dovesse essere in grado di offrire risposte adeguate, potrebbe avere senso rivolgersi al nuovo. 

Il noleggio della stampante multifunzione

Stavo curiosando su internet in un momento di pausa dal lavoro e, considerando il mal funzionamento della mia stampante, ho cercato qualche occasione online.

La ricerca mi ha mostrato diverse opportunità relative al noleggio delle stampanti. Una pratica ormai di uso comune quella del noleggio stampanti legnano, pratica alla quale forse con diffidenza non mi sono mai voluto avvicinare.

A pensarci bene e riflettendo sul ritmo con cui gli apparecchi elettronici cadono in obsolescenza il noleggio dovrebbe esser considerata la soluzione migliore!

Con poca spesa mensile si può aver nel proprio ufficio, con contratto di noleggio, una stampante multifunzione di ultima generazione. In una unica soluzione si può, sostanzialmente, cambiare stampante, avere uno scanner ed una fotocopiatrice. Incuriosito ho chiesto ulteriori informazioni attraverso il servizio di chat live.

Sonia, l’operatrice, mi ha fornito tutte le spiegazioni richieste.

Dopo poco, conti alla mano, ho deciso di dare uno svecchiamento agli attrezzi del mio mestiere e di noleggiare una stampante multifunzione!

Tempi di consegna cinque giorni lavorativi.

I vantaggi di questa scelta sono un canone basso in relazione al massimale più che soddisfacente di copie e la manutenzione della stampante garantita una volta l’anno ad opera della società noleggiante. Inoltre la carta mi verrà consegnata dalla società che mi ha noleggiato la stampante ad un costo inferiore rispetto alle migliori occasioni che si possono trovare sul mercato della piccola e grande distribuzione.

Con il noleggio della stampante non avrò più il problema di rimaner senza carta, di rimaner senza toner e lo strumento sarà sempre ottimale e funzionante.

Devo dire che sono molto soddisfatto della mia scelta e non vedo l’ora di aver in ufficio questo nuovo strumento di lavoro.

Serrande avvolgibili per garage

La migliore protezione per un’auto da intemperie e furto è il garage. A volte durante la costruzione del box o la sua ristrutturazione può capitare di essere limitati nella scelta del tipo di serramento. Infatti può accadere che il garage sia stretto e le auto più grandi abbiano difficoltà a passare per l’apertura. In questi casi è opportuno installare serrande avvolgibili ad ingombro minimo: montate a soffitto, queste serrande dispongono di un motore laterale e richiedono un ingombro minimo in altezza e in larghezza. Le serrande avvolgibili a scorrimento a soffitto offrono la più moderna e confortevole tecnica ed sono estremamente silenziose.

Si caratterizzano di un pannello che si avvolge intorno a un rullo che è posto sopra il vano porta ed è integrato nel meccanismo d’apertura. Questo tipo di serramento, adatto a qualsiasi tipo di apertura, sia essa quadrata, sagomata o ad arco, lascia molto spazio libero: per entrare nel box si può arrivare con la vettura fino davanti all’ingresso e inoltre anche il soffitto del box rimane libero. Le serrande avvolgibili si adattano a qualsiasi spazio sia in termini di forma sia di dimensione: grazie alla loro struttura flessibile le serrande permettono un’apertura totale del passaggio permettendo di parcheggiare anche solo a pochi centimetri dalla superficie della chiusura lasciando libera l’area sotto al soffitto.

Per la realizzazione delle lamelle delle serrande avvolgibili per garage possono essere utilizzati diversi materiali: alluminio, metacrilato, acciaio, vetro acrilico, tutti verniciati a polvere per aumentare la resistenza al degrado dovuto all’esposizione esterna. La dimensione delle lamelle può variare in base alla ditta produttrice: le lamelle sono coibentate all’interno con uno schiumato in genere di poliuretano espanso per aumentare il comfort termico interno al garage. Inoltre, le lamelle possono essere cieche oppure avere parte trasparente inserita in apposito intaglio al proprio interno per permettere di illuminare in modo naturale l’ambiente interno una volta chiuso. 

Contatta Azienda Multiservice per la riparazione serrande milano.

Scale a sbalzo modulari

Le scale a sbalzo si caratterizzano per la struttura portante che non è visibile, o addirittura non presente; i gradini vengono fissati direttamente alla parete. Si tratta di una soluzione moderna che trova però spazio anche in un contesto classico se progettata in maniera opportuna. Solitamente le scale a sbalzo hanno una larghezza compresa tra i 60 e i 120 cm, possono raggiungere qualunque altezza e svilupparsi in diverse forme (retta, elicoidale, circolare o mista). Le scale modulari a sbalzo classiche, nel caso attraversino spazi in cui non è sempre presente una parete portante, possono essere a sostegno misto: dove è presente la parete, questo è fornito dalla struttura metallica nel muro, nel caso in cui la parete non ci fosse, si inserisce un apposito fascione a vista.

La scala a sbalzo modulare non è precostruita in laboratorio: in questa fase sono preparati solo i pezzi che la compongono. Necessita quasi sempre di una parete portante o semi-portante, ma in casi eccezionali può essere anche montata su tavolati in legno (compatibilmente con le dimensioni e le necessità statiche). Il montaggio avviene praticando nel muro di sostegno due fori da 35 mm per ogni gradino, nei quali andranno inseriti degli appositi perni, in seguito murati con resine e mastice. Questa tipologia di scala viene sostenuta da un piedino di scarico laterale (un tubolare d’acciaio) per irrigidire la struttura e collegare fra loro le diverse componenti. I gradini sono in legno massello a vista o rivestito con acciaio inox, in metallo rivestito con resina, in cristallo stratificato. Come le altre scale a sbalzo, anche quella modulare può essere montata con un sistema di supporto “misto” se descrive un percorso non totalmente affiancato da una parete portante: dove c’è la parete il sistema di fissaggio è quello sopra descritto, dove manca il sostegno è fornito da strutture metalliche e distanziali a pavimento o a soffitto.

I tavoli in vetro ricurvo, cosa sono e come si costruiscono

Una delle tendenze che va per la maggiore in campo di arredamento è l’utilizzo di componenti di vetro, non solo quale decoro da mensola, ma quale elemento principale delle stanze.

Un esempio concreto sono i tavoli in vetro curvato, sinuosi ed eleganti, conferiscono all’ambiente una nota particolare ed una alea di gran classe.

Tali elementi hanno la capacità di esaltare la luminosità naturale della stanza ove sono ubicati grazie alla loro trasparenza, senza appesantire visivamente l’aspetto complessivo dell’ambiente.

La creazione di detti tavoli richiede maestria poiché la lavorazione del vetro è arte.

Si dovrà, infatti portare la lastra di vetro alla temperatura di settecento gradi, temperatura in cui il materiale diventa plastico attraverso un riscaldamento graduale onde evitarne la rottura. Una volta raggiunta la temperatura indicata si dovrà procedere  a depositare la lastra, ormai divenuta “molle”, all’interno di appositi stampi in modo da far prendere alla stessa le forme desiderate.

Questa è la tecnica utilizzata per ottenere la curvatura del vetro desiderata.

Una volta completata questa operazione, si dovrà procedere al raffreddamento e al detensionamento.

Il tavolo vetro curvo, nella fase di curvatura, accumula tensioni dovute al piegamento. Al fine di evitare di aver un pezzo “fragile” si dovrà procedere, come nel caso del riscaldamento della lastra, ad un raffreddamento graduale evitando quindi di far subire al prodotto, il così detto shock termico, che porterebbe alla rottura dello stesso.

Questa è, senza alcun dubbio, la fase più delicata che si incontra in fase di nascita un meraviglioso tavolo in vetro curvato.

Infine per conferire al tavolo, appena creato, una ulteriore robustezza e durevolezza, si procederà alla fase della “ricottura”.

Detta pratica consiste nel riscaldare e successivamente di raffreddare ulteriormente il tavolo in modo graduale.

Tale tecnica, come detto renderà il prodotto molto più resistente e duraturo.

Investigazioni private: tra finzione e realtà

Grazie a libri, film e spettacoli televisivi, molte persone hanno in mente uno stereotipo del lavoro dell’investigatore privato. Lavora da un ufficio scarsamente illuminato, sporco, a volte fumoso, in genere in una zona povera della città.

Di solito, il suo compito è quello di trovare le prove di errori o misfatti. Non necessariamente di rilevanza penale. Per fare questo, ottiene informazioni utili da testimoni e passanti, a volte con l’aiuto di falsi pretesti e di identità false. Egli attinge il più possibile dai testimoni, cattura le immagini, mappa gli edifici e tiene d’occhio gli indizi che altri possono aver trascurato. Di tanto in tanto, la sua curiosità lo mette nei guai e sfugge appena prima di essere preso per essere portato da qualche parte che non dovrebbe essere. Ma alla fine, riesce sempre a tornare dal suo cliente, facendogli sapere che ha risolto il caso.

Molti detective fittizi hanno contribuito a questa immagine, tra cui Sherlock Holmes, Philip Marlowe e molti eroi di film noir degli anni 40 e 50. I ricercatori della verità di oggi come Adrian Monk e Veronica Mars sono spesso un po’ più eccentrici delle loro controparti. Non necessariamente indossano cappelli in feltro, lavorano in quartieri discutibili o addirittura si chiamano investigatori privati. Tuttavia, appaiono ancora come eroi che hanno la capacità di scovare le informazioni giuste al momento giusto.

Ma quanto di questo è reale? Quanti degli eventi descritti nella narrativa sono realmente possibili – o legali?

Il primo passo per separare il fatto dalla narrativa è quello di definire esattamente ciò che è un investigatore privato. Essenzialmente, gli investigatori privati sono persone che vengono pagate per raccogliere prove. A differenza dei detective della polizia o degli investigatori di crimine, di solito lavorano per privati o imprese, piuttosto che per il governo. Anche se talvolta aiutano a risolvere i delitti, non sono funzionari di legge. Il loro compito è raccogliere informazioni, non arrestare o perseguire criminali.

Per maggiori informazioni visitate: http://www.inside.agency/servizi-in-evidenza/agenzia-investigativa-milano.php

Pilatò