Scale a sbalzo modulari

Le scale a sbalzo si caratterizzano per la struttura portante che non è visibile, o addirittura non presente; i gradini vengono fissati direttamente alla parete. Si tratta di una soluzione moderna che trova però spazio anche in un contesto classico se progettata in maniera opportuna. Solitamente le scale a sbalzo hanno una larghezza compresa tra i 60 e i 120 cm, possono raggiungere qualunque altezza e svilupparsi in diverse forme (retta, elicoidale, circolare o mista). Le scale modulari a sbalzo classiche, nel caso attraversino spazi in cui non è sempre presente una parete portante, possono essere a sostegno misto: dove è presente la parete, questo è fornito dalla struttura metallica nel muro, nel caso in cui la parete non ci fosse, si inserisce un apposito fascione a vista.

La scala a sbalzo modulare non è precostruita in laboratorio: in questa fase sono preparati solo i pezzi che la compongono. Necessita quasi sempre di una parete portante o semi-portante, ma in casi eccezionali può essere anche montata su tavolati in legno (compatibilmente con le dimensioni e le necessità statiche). Il montaggio avviene praticando nel muro di sostegno due fori da 35 mm per ogni gradino, nei quali andranno inseriti degli appositi perni, in seguito murati con resine e mastice. Questa tipologia di scala viene sostenuta da un piedino di scarico laterale (un tubolare d’acciaio) per irrigidire la struttura e collegare fra loro le diverse componenti. I gradini sono in legno massello a vista o rivestito con acciaio inox, in metallo rivestito con resina, in cristallo stratificato. Come le altre scale a sbalzo, anche quella modulare può essere montata con un sistema di supporto “misto” se descrive un percorso non totalmente affiancato da una parete portante: dove c’è la parete il sistema di fissaggio è quello sopra descritto, dove manca il sostegno è fornito da strutture metalliche e distanziali a pavimento o a soffitto.

I tavoli in vetro ricurvo, cosa sono e come si costruiscono

Una delle tendenze che va per la maggiore in campo di arredamento è l’utilizzo di componenti di vetro, non solo quale decoro da mensola, ma quale elemento principale delle stanze.

Un esempio concreto sono i tavoli in vetro curvato, sinuosi ed eleganti, conferiscono all’ambiente una nota particolare ed una alea di gran classe.

Tali elementi hanno la capacità di esaltare la luminosità naturale della stanza ove sono ubicati grazie alla loro trasparenza, senza appesantire visivamente l’aspetto complessivo dell’ambiente.

La creazione di detti tavoli richiede maestria poiché la lavorazione del vetro è arte.

Si dovrà, infatti portare la lastra di vetro alla temperatura di settecento gradi, temperatura in cui il materiale diventa plastico attraverso un riscaldamento graduale onde evitarne la rottura. Una volta raggiunta la temperatura indicata si dovrà procedere  a depositare la lastra, ormai divenuta “molle”, all’interno di appositi stampi in modo da far prendere alla stessa le forme desiderate.

Questa è la tecnica utilizzata per ottenere la curvatura del vetro desiderata.

Una volta completata questa operazione, si dovrà procedere al raffreddamento e al detensionamento.

Il tavolo vetro curvo, nella fase di curvatura, accumula tensioni dovute al piegamento. Al fine di evitare di aver un pezzo “fragile” si dovrà procedere, come nel caso del riscaldamento della lastra, ad un raffreddamento graduale evitando quindi di far subire al prodotto, il così detto shock termico, che porterebbe alla rottura dello stesso.

Questa è, senza alcun dubbio, la fase più delicata che si incontra in fase di nascita un meraviglioso tavolo in vetro curvato.

Infine per conferire al tavolo, appena creato, una ulteriore robustezza e durevolezza, si procederà alla fase della “ricottura”.

Detta pratica consiste nel riscaldare e successivamente di raffreddare ulteriormente il tavolo in modo graduale.

Tale tecnica, come detto renderà il prodotto molto più resistente e duraturo.

Traslocare: le risposte alle domande più frequenti

Traslocare è complicato, si deve tenere a mente un innumerevole quantità di cose perché tutto possa  filare liscio. Qui proponiamo le 10 risposte più frequenti ad altrettanti quesiti, utili a coloro che devono cambiare casa.

Dovreste assumere una ditta specializzata  o provvedere da soli?
Questa è una domanda che affligge tutte le persone che devono traslocare. E come la maggior parte delle decisioni, la risposta è diversa per ognuno e varia  a seconda di fattori quali: il tempo, il denaro, la difficoltà e la complessità degli oggetti da trasferire. Ad esempio se ci stiamo spostando dall’altra parte della città, sicuramente una ditta specializzata, che magari si occupa anche di traslochi aziendali milano farà senz`altro al caso nostro.

Quando scegliere un`impresa di traslochi?
Assumere una ditta specializzata è probabilmente la decisione obbligata se dobbiamo spostare una grande quantità di cose e in un luogo molto distante. Questa è la parte più onerosa del trasloco, quindi assicuratevi di arruolare un`ottima impresa in modo tutto arrivi velocemente e completamente integro alla destinazione.
Al contrario se dobbiamo traslocare pochi oggetti  e in un luogo prossimo alla nostra vecchia casa, possiamo provvedere anche con mezzi propri e un po’ di olio di gomito.

Il resto della famiglia dove lo coinvolgiamo?
La nostra famiglia la coinvolgiamo in tutto questo opure no?
Sicuramente la dobbiamo rendere partecipe.
Se abbiamo dei bambini, dobbiamo metterli al corrente di tutto ciò, motivando e spiegando i motivi e le scelte della nostra decisione. Ricordate che gli aspetti psicologici ed emotivi possono essere altrettanto importanti, soprattutto per i bambini più piccoli, come il movimento fisico in sé.

Come facciamo a sbarazzarci di oggetti che non desideriamo traslocare?
La spazzatura di una persona è il tesoro di un’altra persona,  quindi o la regaliamo o la vendiamo sui canali di vendita dell`usato.

Come facciamo a impachettare tutto?
L’imballaggio è probabilmente il passo più importante in tutto il processo di trasloco. Se ci prendiamo cura di impacchettare tutti i nostri beni, loro arriveranno a destinazione sani e salvi. Quindi perdiamoci un po’ di tempo, che verrà ben ripagato.

A cosa andiamo incontro durante il giorno del trasloco?
Il giorno del trasloco è sempre caotico, non importa quanto sei organizzato o quante persone ti stanno dando una mano. E’ l’unico giorno in cui sarete in movimento per un periodo di 24 ore. E` stressante. E`complesso.

Come arredare la propria casa per la primavera

Quando si pensa alla primavera, che cosa viene in mente? Colori pastello, composizioni floreali e l’erba verde è quello che molti pensano. Dopo un inverno freddo, questi sono graditi segni che la stagione calda è sulla buona strada! Tuttavia, non c’è bisogno di limitare l’emozione di primavera solo per godere della vita all’aria aperta. Illumina la tua casa con colorati arredi di primavera, magari con l’aiuto di un interior designer!

Da motivi floreali a profumi, si può modificare qualsiasi ambiente della casa corrispondente al cambio di stagione. Vediamo alcune idee su come si può decorare la vostra casa per la primavera.

Rinfrescare la propria casa
Come il caldo inizia ad avvicinarsi, molti di noi sono entusiasti di aprire le finestre per la prima volta e lasciare che la brezza penetri nelle stanze. Tuttavia, si può inoltre notare che la polvere si è stabilita in molti luoghi che non sono stati puliti da mesi. La primavera è il momento ideale per dare alla vostra casa un nuovo sentore di pulito. Qui ci sono alcuni elementi che si dovrebbe prendere in considerazione.

Incorporare Colori di primavera
È il momento di illuminare la vostra casa con i colori della stagione. Out sono i verdi e i rossi. È ora di mettere in evidenza i gialli pastello, viola, rosa e blu che rendono questo periodo dell’anno uno dei più colorati.

Utilizzare gli accessori è il modo migliore per integrare i colori della primavera, in modo da poter continuare a cambiarli secondo il cambiamento delle stagioni. Cuscini decorativi, vasi e altri piccoli oggetti sono perfetti per rinfrescare la vostra camera da letto e  il soggiorno con il colore. Tende con motivi floreali brillanti sono anche facili da cambiare a seconda della stagione.

Utilizzare fiori freschi
Come il successo della stagione, fiori freschi è una gradita aggiunta a qualsiasi e ogni camera. Da un grande accordo per un unico fiore, è il tocco perfetto. Qui ci sono alcuni fiori di primavera da considerare incorporare nel vostro arredamento. Si può anche avere un paio in procinto di fiorire nel vostro giardino!

Redatto a cura di Piran Sigfrido – interior design Padova